info@metodonove.com | +39 0883 887359 |

Attività locali su Google: 3 consigli per cominciare bene

Attività locali su Google: 3 consigli per cominciare bene

attività locali su google web marketing

Il web marketing offre grandi opportunità a chi gestisce un’impresa locale e mira ad espandere la propria clientela. Come fare ad intercettare nuovi clienti nel proprio bacino geografico utilizzando gli strumenti di Google e spendendo poco? Ecco 3 consigli per cominciare bene e ottenere grandi risultati in poco tempo.

Crea una efficace scheda Google My Business

Inserisci indirizzo, orario, foto e informazioni dettagliate, ponendo particolare attenzione allo strumento Domande & Risposte, una sorta di sezione FAQ interattiva attraverso la quale il titolare dell’attività fornisce precisi chiarimenti ad ogni richiesta formulata dai clienti. Questo tool è utilissimo in ottica SEO, ossia di posizionamento nei risultati del motore di ricerca, perché premia le attività che offrono il maggior numero possibile di informazioni ai potenziali clienti e trasmette un senso di affidabilità e trasparenza, un fattore importantissimo per aumentare le conversioni. Google My Business offre anche utili insight (statistiche) con indicatori moltoutili come ad esempio il numero di persone che ha trovato l’attività su Google, che ha visitato il sito web dell’azienda, che ha chiamato o richiesto indicazioni stradali.

Utilizza al meglio tag, meta-tag e keyword

I tag sono le informazioni inserite in una pagina web che il motore di ricerca interpreta come sintesi del contenuto della pagina e che utilizza come criterio per la SERP (la pagina dei risultati). È particolarmente importante inserire le parole chiave giuste nel title, ossia nel codice HTML che identifica il titolo di una pagina web e sul quale clicchiamo per aprire un risultato tra quelli mostrati dal motore di ricerca. Un title pertinente alla propria attività, attraente ed esaustivo (sono consigliati massimo 60 caratteri) è un fattore di ranking decisivo in ottica SEO. Altrettanto importanti sono i meta tag description, ossia i tag che chiariscono e approfondiscono il contenuto della pagina web, la cui lunghezza ideale si attesta sui 150 caratteri. Questi tag influiscono positivamente sul CTR (Click Through Rate, il rapporto medio tra il numero di volte che il link è stato cliccato e il numero di volte che è stato visualizzato) quindi una buona descrizione può incoraggiare l’utente ad aprire proprio il nostro sito. Posizionarsi tra i risultati più in alto nella SERP per ricerche generiche non è immediato, ma inserire tag relativi alla propria posizione aiuta ad ottenere un vantaggio significativo per le ricerche geolocalizzate. Per trovare le keywords più adatte e più digitate dai navigatori si può effettuare una ricerca di parole chiave su Google AdWords aggiungendo il nome della località in cui si opera.

Gestisci attivamente la tua reputazione online

L’atteggiamento giusto da tenere è quello di essere sempre attivi rispetto alle recensioni e alle opinioni presenti su social e siti. È buona norma, ad esempio, rispondere alle recensioni positive ringraziando per il feedback dato e scendendo nel dettaglio relativamente agli aspetti messi in evidenza dal cliente. Quando invece l’utente lascia una recensione negativa è consigliabile ringraziare comunque per il commento, fornendo al contempo spiegazioni concrete e giustificazioni sui punti critici evidenziati nel commento. In questo modo si dà un’immagine affidabile dell’azienda, ridimensionando la rilevanza della recensione negativa. È dimostrato che un profilo attivamente presidiato tende a ricevere un numero inferiore di commenti negativi ed attira il passaparola.

No Comments

Leave a Reply