info@metodonove.com | +39 0883 887359 |

I buoni propositi di Zuckerberg per il 2018

I buoni propositi di Zuckerberg per il 2018

[vc_row][vc_column width=”1/6″][/vc_column][vc_column width=”2/3″][vc_column_text]

Mark Zuckerberg ha annunciato – ovviamente tramite un post sul suo profilo Facebook – che il più diffuso social network al mondo cambierà in modo sostanziale il suo funzionamento. Al centro di questo cambiamento c’è una nuova impostazione dell’EdgeRank, l’algoritmo che regola la visibilità dei contenuti sulla home page degli utenti, che d’ora in poi favorirà i post provenienti dalla sfera privata di ogni persona e le notizie che, a giudicare dai suoi interessi e dalle sue interazioni precedenti, potrebbero interessarle davvero.

Nella dichiarazione di Zuckerberg questa decisione è motivata dalla voglia di riportare il social network alla sua dimensione originaria, quella di una piattaforma tramite la quale condividere la propria vita con gli amici, cercando di contrastare l’epidemia di passività che colpisce un po’ tutti i social network (in media solo il 10-15% produce contenuti) e che potrebbe essere una malattia mortale per un settore che campa sullo user generated content.

Certo, per le aziende che praticano con sempre maggiore entusiasmo il marketing sulla piattaforma di Menlo Park questo cambiamento nell’EdgeRank potrebbe essere un bel problema, costringendole a dover spingere tutti i loro contenuti con le sponsorizzazioni a pagamento. Forse proprio per mitigare un po’ queste ripercussioni negative Zuckerberg ha approfittato dell’occasione per presentare anche un nuovo potente strumento per il marketing: l’audience optimization, un’opzione che consente a tutti i social media manager di ritagliare un pubblico sempre più preciso per le loro sponsorizzate, spendendo sempre meglio i loro soldi.

Alla luce di queste novità siamo legittimati a ipotizzare che, per le aziende, l’epoca del Facebook gratis stia rapidamente giungendo al termine.

[/vc_column_text][/vc_column][vc_column width=”1/6″][/vc_column][/vc_row]

No Comments

Leave a Reply