info@metodonove.com | +39 0883 887359 |

M9 blog: news dall'industria pubblicitaria e dal mondo digitale

Il futuro è privato: Facebook unifica Messenger, Whatsapp e Instagram

Grandi cambiamenti in Facebook, il futuro è privato

Il social network per eccellenza annuncia una serie di novità che se non sono rivoluzionarie, ci si avvicinano parecchio. Zuckerberg in persona ha annunciato la svolta nel paradigma aziendale: basta pubblico, si torna alla comunicazione privata, ovvero a privilegiare le relazioni con gli amici e con i gruppi a cui ci si iscrive, mettendo in secondo piano la comunicazione verso il pubblico indistinto.

Questo cambiamento di prospettiva porta con sé anche un cambiamento radicale nel modello di business, riducendo il peso degli introiti da annunci sponsorizzati e aprendo ad altre forme di guadagno da marketing su cui per ora a Menlo Park ancora non si sbilanciano.

La molla che ha spinto Facebook a questo drastico cambiamento di rotta è la nuova legislazione di protezione della privacy, unita a quella contro le cosiddette Fake news. Sembra infatti che il costo della moderazione dei contenuti stia diventando assai pesante nei bilanci di Facebook. Se gli utenti sposteranno le loro attività da piazze pubbliche a stanze private il social network dovrà preoccuparsi assai meno del contenuto dei materiali postati – potendo contare inoltre sull’aiuto dei moderatori dei gruppi – e conservando allo stesso temo la quantità di dati che immagazzina circa le abitudini e i gusti degli utenti. In pratica questa nuova strategia porterà, nel medio periodo, all’unificazione di Messenger, Whatsapp e Instagram.

Ne ha parlato chiaramente Stan Chudnovsky, da un anno a capo di Messenger, durante la conferenza annuale degli sviluppatori. Il funzionamento del sistema sarà in background ovvero l’utente continuerà a usare normalmente una delle tre app, ma i dati di ognuna varranno messi in comune con le altre. In pratica basterà digitare il nome di una persona e sarà il sistema a rintracciarla e ad avviare la conversazione. Il front end rimarrà quindi com’è ora, sarà il back end a lavorare in modo integrato.

Questo cambiamento di strategia avrà grandi ripercussioni sulle attività di marketing basate sulla piattaforma Facebook. Siamo sicuri che il re dei social network non vorrà rinunciare alla quota di ricavi proveniente dalla comunicazione aziendale, ma siamo anche sicuri che lo standard delle meccaniche di promozione verrà profondamente modificato, cambiando le consuetudini e forse anche le professionalità. Anche in questo settore infatti l’intelligenza artificiale promette una maggiore automazione e un livellamento drastico del contributo umano. Grandi novità quindi in arrivo, da tenere più che mai sott’occhio per le innovazioni che comporteranno.

Nei prossimi articoli vedremo quali altre novità riguarderanno Facebook nel prossimo futuro.