info@metodonove.com | +39 0883 887359 |

Nove tendenze Seo per il prossimo biennio

Nove tendenze Seo per il prossimo biennio

Tendenze seo per il 2018

La Search Engine Optimization è un’attività che non conosce mai momenti di stanca. Tra aggiornamenti dell’algoritmo di Google e cambiamenti nelle abitudini degli utenti praticamente ogni paio di mesi ci sono novità rilevanti da tenere in considerazione, se si vuole offrire ai propri clienti siti e contenuti che possano ben indicizzarsi e ottenere il Roi previsto dal business plan.

Ecco una lista di 9 tendenze che praticamente tutti gli esperti di settore ritengono assai probabile che si verificheranno nei prossimi due anni.

1 – Nell’affollato settore dei Seo tool comincerà la scrematura.

Per due motivi: Google Search Console sta migliorando sempre di più, offrendo nuove funzionalità che rendono inutile, per il 90% del pubblico, ricorrere ai tool a pagamento; Google inoltre sta vieppiù complicando il tracciamento delle sue SERP da parte di tool esterni, rendendo la vita assai più difficile a queste aziende. Aziende che, lo ricordiamo, basano il loro business sulla capacità di scansionare milioni di pagine di risultati ogni giorno, per simulare al meglio il funzionamento dell’algoritmo ultrasegreto di Big G.

2 – La ricerca vocale sarà il tema dominante del 2018-19.

Già da quest’anno il 20% delle ricerche effettuate su Google è vocale. Questo grazie all’implementazione di Google Assistent e alla sempre maggiore diffusione di Featured snippet, che danno agli utenti immediate risposte alle query vocali effettuate.

3 – Amazon diventerà un nuovo player nel settore Search Engine.

Grazie al trend crescente della ricerca vocale e al ruolo d’avanguardia che Amazon ha in questo settore.

4 – Anche il content marketing dovrà adeguarsi.

Per i produttori di contenuti sarà obbligatori focalizzarsi su long tail keyword ispirate alla lingua parlata, realizzando contenuti capaci di dare risposte dirette, pertinenti e utili alle richieste del loro pubblico. Prevediamo perciò un rapido ritorno di moda delle FAQ.

5 – YouTube avrà presto un competitor al suo stesso livello.

Il prestigioso istituto di ricerca Rand ritiene che Facebook, Microsoft o Amazon potrebbero presto fare un investimento importante in una nuova piattaforma video, che dato il peso dei player in questione in poco tempo toglierebbe a YouTube (e quindi a Google) il ruolo quasi monopolistico nel settore.

6 – I segnali sociali diminuiranno progressivamente.

Già da un anno Facebook, Instagram e Snapchat stanno riducendo il traffico che porta fuori dai loro network. Quest’anno si aggiungeranno Twitter e LinkedIn. Tutti i principali social media premieranno quindi i contenuti che fanno muovere gli utenti all’interno dei loro recinti, limitando la portata organica di tutto ciò che ha un link esterno.

7 – Facebook Audience Network diventerà in pochi mesi un sistema leader nel media planning.

Il sistema replicherà le funzionalità di Google AdSense e sarà una scelta tanto facile quanto naturale per tutte le aziende che già utilizzano la piattaforma Facebook Ads.

8 – La User Experience vince ancora.

In epoca di mobile-first la UX è sempre più fondamentale per realizzare siti capaci non solo di offrire ai navigatori una grande semplicità d’uso, ma anche di rendere disponibili le informazioni ricercate con il minor numero di clic possibile.

9 – Il Guest posting diventa un’arma a doppio taglio.

Google ha già avvertito tutti: fare guest posting farlocco (non correlato semanticamente con il contesto) usato solo per finalità di link building non sarà solo inutile, ma controproducente. Questo grazie ai miglioramenti nell’analisi semantica dei contenuti dei vari siti. Quindi da subito conviene cominciare a scrivere articoli pensando: “quale necessità del mio pubblico viene risolta da questo articolo?” oppure “se il Seo non fosse mai stato inventato scriverei lo stesso questo pezzo?”. In caso di risposta positiva ad almeno una delle due domande potete stare tranquilli che da Mountain View non arriveranno fulmini sul vostro ranking.

Fonti:
Blog.tagliaerbe.com
Extera.com
Seoking.it

No Comments

Leave a Reply